Passeggiate a sei zampe

La condivisione di momenti arricchenti, da un punto di vista emozionale ed esperienziale, è il principio di base per il quale la “passeggiata a 6 zampe” rappresenta un’attività, non solo ludica e motoria, ma anche significativamente educativa.

Queste attività rappresentano, sia per la componente canina che per quella umana, un’occasione di crescita individuale e di gruppo basata su esperienze tangibili, in

relazione a stimoli provenienti dall’interno del gruppo e dall’ambiente.

È infatti palpabile la velocità con la quale ogni individuo modifica i propri schemi comportamentali in relazione ai membri delgruppo e al contesto nel quale viene inserito.
In queste situazioni le dinamiche socialiassumono un ruolo predominante, rendendo il gruppo un unico elemento che si relaziona al mondo esterno e dove, di conseguenza, la conflittualità rappresenta di fatto un ostacolo.

È però importante tenere in considerazione che l’esperienza proposta non deve mai rappresentare una forzatura; non dimentichiamo infatti che spesso, il nostro desiderio di stimolare le capacità sociali del cane, ci porta a costringerlo in situazioni e gruppi che per svariati motivi eviterebbe.

Proprio per questo motivo, nella programmazione delle attività proposte nell’ambito del progetto “Amarok – Lo Spirito del Lupo” (Campo Hobbit ASD Cinofila), i gruppi formati non superano mai i 5 elementi e ogni partecipante viene preventivamente valutato, individualmente ed in relazione agli altri, da Istruttori esperti e competenti in ambito comportamentale.

In definitiva la passeggiata a 6 zampe, se ben organizzata, rappresenta un occasione di svago, un’attività motoria e soprattutto un momento di socializzazione attraverso il quale rafforzare legami relazionali esistenti e costruirne di nuovi.